Ricordate Andrea di “Kiss Me Licia”? Ecco com’è oggi

Ricordate Andrea di “Kiss Me Licia”? Ecco com’è oggi

I nostalgici degli anni ’80 non possono dimenticare gli anni in cui Fininvest ci propinò il live action di Kiss me Licia, celebre cartone animato giapponese ispirato a sua volta dal fumetto di Kaoru Tada.

Era il 1985 quando la serie tv Kiss Me Licia approdò sui nostri piccoli schermi. I protagonisti? Licia era interpretata dall’intramontabile Cristina D’Avena, che ancora oggi intrattiene (e seduce, persino)migliaia di fan sui social e nei suoi concerti, Mirko era il bellissimo Pasquale Finicelli e il piccolo Andrea era il piccolo Luca Lecchi.

Ecco com’è oggi Andrea di Kiss Me Licia

Andrea kiss me LiciaQuest’ultimo fu però sostituito per i due sequel della serie, Licia dolce Licia, Teneramente Licia e Balliamo e cantiamo con Licia. Il nuovo Andrea è quello che forse ricordiamo tutti meglio dato che rimase nel cast per due anni. Il giovane attore che lo interpretava si chiamava Valerio Floriani.

Dopo aver interpretato il ruolo di Andrea, Valerio fu anche Luca, il fratello di Cristina (D’Avena) nella serie tvArriva Cristina. Valerio non continuò oltre la sua carriera d’attore e, una volta archiviato il suo riccioluto personaggio, preferì dedicarsi agli studi.

Laureatosi in economia alla Bocconi, oggi è Project Manager in un’importante azienda.

Ho fatto altre esperienze teatrali – ha raccontato Valerio a dimitri.tv – finché di fronte alla scelta tra continuare gli studi o dedicare la mia vita alla televisione o al teatro, ho scelto di studiare. Ovviamente è stata un’esperienza che mi ha cambiato la vita. La mia infanzia è stata completamente ridisegnata dalla situazione…ad esempio alla fine della giornata di scuola elementare correvo a fare le registrazioni delle puntate e non come tutti i bambini a giocare…ovviamente all’inizio non era facile “vivere” una vita così diversa dagli altri miei amici ma ti assicuro che le coccole e le tenerezze di tutte le persone del cast e di tutte le persone a contorno (parrucchiere, costumiste, tecnici, regista etc) mi riempivano tutte le giornate. Ogni settimana poi ricevevo tantissime letterine dei miei fans che leggevo prima di andare a dormire e quando potevo rispondevo con molto piacere (a quei tempi non c’era internet e dovevo rispondere tramite lettera scritta a mano)“.

Fonte notizia

I commenti sono chiusi.